Ma allora questo London Pass conviene sì o no? Se stai organizzando il tuo primo viaggio a Londra, è una domanda del tutto normale.

All’inizio, anche Chiara ed io non sapevamo bene cosa fare. Poi abbiamo deciso di acquistarlo, rendendoci conto – calcolatrice alla mano – di quanto potesse farci risparmiare.

Testandolo sul campo abbiamo capito che sì, conviene, ma deve essere per forza di cose accompagnato da una organizzazione rigorosa. E non solo in fatto di tempistiche, ma anche di conoscenze.

Con questo articolo voglio aiutarti a pianificare un itinerario di Londra basato sul formato del London Pass che sceglierai (va da 1 a 10 giorni), in modo da sfruttarlo nel migliore dei modi. Anche perché è davvero conveniente, ma solo se usato con intelligenza.

In particolare, prenderò in esame i casi d’uso più comuni, cioè il London Pass da 2 giorni (di solito usato durante una vacanza a Londra di 3 o 4 gioni) e il London Pass da 3 giorni (impiegato da chi rimane a Londra 4 o 5 giorni). Se il tuo soggiorno dura di più o di meno, e ti serve aiuto, lascia pure un commento qui sotto e sarò felice di poterti dare una mano.

Il London Pass conviene? Risposta breve

Sì, il London Pass conviene. Tra i suoi vantaggi, quello più significativo riguarda l’aspetto economico: in tre giorni di utilizzo ti permette di risparmiare quasi 100 sterline, entrando per giunta nelle principali attrazioni della città.

È ottimo anche il pass da 2 giorni, con cui risparmi circa 70 sterline in appena 48 ore. Sempre da questo punto di vista, aggiungici pure il pass da 4 giorni, a patto però di restare almeno 6-7 giorni, in modo da visitare Londra con più libertà senza dipendere troppo dal pass.

Inoltre, l’acquisto del London Pass ti consente di avere i biglietti di tutte le più importanti attrazioni a pagamento in un unico posto. Questo significa che non dovrai stare lì a prenotare ogni singola attenzione, preoccupandoti poi di stampare i biglietti o conservarli in formato PDF nella memoria del telefono (o computer).

Mi piace poi sottolineare un altro vantaggio, che pochi considerano ma che penso invece sia importante, quello riguardante l’aspetto organizzativo. Se scegli di comprare il pass turistico di Londra, in automatico prendi consapevolezza di doverti organizzare in un certo modo, e ciò ti porterà a scoprire più cose della città senza buttare soldi dalla finestra.

Detto questo, Chiara ed io abbiamo prenotato il London Pass su questa pagina. Ci siamo trovati benissimo: completato l’ordine abbiamo ricevuto i nostri pass via email sul telefono, poi c’è bastato mostrarli all’ingresso di ogni attrazione per entrare senza problemi.

Itinerario per visitare Londra con il London Pass da 2 giorni

Giorno 1

  • 9:00: Big Ben, Palazzo di Westminster, Ponte di Westminster
  • 10:00: Abbazia di Westminster (gratis invece di 25 sterline)
  • 11:15: London Eye (gratis invece di 30 sterline)
  • 12:15: Cattedrale di Saint Paul (gratis invece di 25 sterline)
  • 13:15: Pranzo
  • 14:00: Tower Bridge (gratis invece di 13,40 sterline)
  • 14:45: Torre di Londra (gratis invece di 34,80 sterline)
  • 17:00: The Shard (gratis invece di 28,50 sterline)
  • 18:00: Passeggiata The Queen’s Walk

Giorno 2

  • 9:00: Hyde Park
  • 10:00 Kensington Palace (gratis invece di 24 sterline)
  • 12:00: Crociera sul Tamigi (gratis invece di 28,30 sterline)
  • 13:00: Pranzo
  • 14:30: Kew Gardens (gratis invece di 20 sterline)
  • 17:30: Holland Park

Risparmio totale

  • Costo London Pass da 2 giorni: 159 sterline
  • Totale biglietti senza London Pass: 229 sterline
  • Risparmio complessivo con il London Pass: 70 sterline (44% in meno)

Itinerario per visitare Londra con il London Pass da 3 giorni

Giorno 1

  • 9:00: Big Ben, Palazzo di Westminster, Ponte di Westminster
  • 10:00: Abbazia di Westminster (gratis invece di 25 sterline)
  • 12:00: Cattedrale di Saint Paul (gratis invece di 25 sterline)
  • 13:00: Pranzo
  • 14:00: Tower Bridge (gratis invece di 13,40 sterline)
  • 14:45: Torre di Londra (gratis invece di 34,80 sterline)
  • 16:30: The Shard (gratis invece di 28,50 sterline)
  • 17:30: St James’s Park

Giorno 2

  • 9:00: Hyde Park
  • 10:00: Kensington Palace (gratis invece di 24 sterline)
  • 11:30: Buckingham Palace
  • 12:30: London Eye (gratis invece di 30 sterline)
  • 13:00: Pranzo
  • 14:00: Crociera sul Tamigi (gratis invece di 28,30 sterline)
  • 15:30: British Museum

Giorno 3

  • 9:00: Notting Hill
  • 11:00: Kew Gardens (gratis invece di 20 sterline)
  • 13:00: Pranzo
  • 15:00: Castello di Windsor (gratis invece di 30 sterline)

Risparmio totale

  • Costo London Pass da 3 giorni: 179 sterline
  • Totale biglietti senza London Pass: 274 sterline
  • Risparmio complessivo con il London Pass: 95 sterline (53% in meno)

Altre proposte di itinerario

Se ritieni troppo stringenti gli itinerari proposti qui sopra e desideri maggiore libertà d’azione, magari accettando di prendere un pass con più giorni, potresti trovare qualche altro spunto utile nei percorsi suggeriti da me per una vacanza di 2, 3, 4 o 5 giorni. Ti lascio il link di ognuno qui sotto:

Attrazioni comprese nel London Pass: informazioni importanti da conoscere

Per evitare brutte sorprese, non è importante preparare soltanto un itinerario logico per i giorni in cui sarà attivo il London Pass, ma anche conoscere le condizioni riguardanti la visita di ciascuna attrazione: in alcuni casi infatti viene fatta una distinzione tra visitatore con biglietto normale e visitatore con il London Pass. Chiara ed io, ad esempio, la prima volta abbiamo dovuto rinunciare alla passerella di vetro del Tower Bridge perché non avevamo letto le particolari richieste per i titolari del pass.

Ecco, siccome non voglio che ti accada lo stesso, ti condivido qui le condizioni più importanti da conoscere attrazione per attrazione.

Abbazia di Westminster

Non hai bisogno di prenotare in anticipo, tuttavia l’ingresso è soggetto a disponibilità (ciò significa che se arrivi alle 12:00, a seconda della coda che c’è potresti aspettare anche un’ora prima di entrare). Per questo motivo ti consiglio di arrivare qui prima dell’apertura (che è alle 10:00), così da essere tra i primi ed evitare inutili perdite di tempo.

Castello di Windsor

L’ingresso al Castello di Windsor non richiede la prenotazione, è sufficiente che presenti il pass prima di entrare. Devi però sapere una cosa fondamentale: in quanto titolare del London Pass, non puoi entrare prima delle 13:00; organizzati quindi in modo da arrivare qui in treno per l’ora di pranzo o subito dopo, tenendo conto anche che l’ultimo ingresso è previsto per le 16:00.

viaggi e ritratti giardini castello di windsor
Chiara mentre fissa un’ala del Castello di Windsor

Cattedrale di Saint Paul

Non c’è l’obbligo di prenotare, in ogni caso ti suggerisco di prestare attenzione ad eventuali modifiche di orari. Fai attenzione anche agli orari di apertura: il mercoledì ad esempio anziché alle 8:30 apre alle 10, mentre l’ultimo ingresso è in genere permesso fino alle 16:00.

Crociera sul Tamigi

Dovrai presentarti con il tuo pass in uno dei quattro moli disponibili: Westminster, Embankment, London Bridge e Tower Bridge. Altra cosa importante, calcola che puoi salire a bordo della crociera nel periodo compreso tra le 10:00 e le 18:00, quindi non prima e nemmeno dopo.

Kensington Palace

La prenotazione in anticipo non è necessaria (fino all’estate 2023 lo era invece, ndr). L’unica cosa da tenere in conto è la folla di gente che si riversa a palazzo al mattino: se ti piace visitare le cose con più calma, ti consiglio di recarti qui nel primo pomeriggio. Considera anche che il lunedì e il martedì è chiuso, mentre l’ultimo ingresso è fissato alle 17:00.

Kew Gardens

Anche in questo caso la prenotazione non è obbligatoria, ci sono però due cose importanti che devi sapere: la prima riguarda l’ingresso, il migliore è il Victoria Gate (il più vicino alla fermata della metro); la seconda l’orario dell’ultimo ingresso, che è fissato alle 18:00).

viaggi e ritratti panchina kew gardens
Chiara si riposa su una panchina ai Kew Gardens

London Eye

Per salire sul London Eye la prenotazione è invece obbligatoria: puoi effettuarla online tramite il portale delle prenotazioni di Go City, inserendo il numero del pass e l’indirizzo email che hai usato per acquistarlo. Se ti accorgi di non fare in tempo, hai sempre la possibilità di modificare la prenotazione fino a 15 minuti prima dell’orario scelto in precedenza.

The Shard

Non solo la prenotazione è obbligatoria (tramite la pagina dedicata del sito ufficiale), ma devi anche fare i conti con una limitazione negli orari di visita: l’ultimo orario disponibile è le 17:15. In ogni caso, dopo che lo sai, diventa più semplice per te organizzarti: il mio consiglio è di inserire The Shard subito dopo la visita alla Torre di Londra, proprio come vedi nelle mie due proposte di itinerario qui sopra.

Torre di Londra

La visita alla Torre di Londra non richiede la prenotazione in anticipo, però anche qui vale lo stesso discorso fatto per l’Abbazia di Westminster: se ti presenti all’ingresso negli orari di punta, potresti dover aspettare il turno successivo (in questo caso hanno la priorità coloro che acquistano il biglietto singolo). Altra cosa molto importante: è vero che chiude alle 17:30, ma l’ultimo ingresso è garantito non oltre le 15:30.

Tower Bridge

Niente prenotazione obbligatoria, però è importante essere qui al massimo entro le 14:00: se arrivi infatti più tardi rischi di non entrare (a me e Chiara è successo quando ci siamo presentati la prima volta alle 16:00). Siccome è a due passi dalla Torre di Londra, ti consiglio di presentarti prima qui e poi alla Torre.

La mia opinione sul London Pass

È arrivato il momento di trarre le conclusioni. Ti confermo quanto già detto all’inizio e durante l’articolo, cioè che il London Pass conviene, a patto però di organizzare prima un itinerario logico e informarsi sulle eventuali condizioni riservate ai titolari del pass.

Giocoforza l’itinerario si dovrà basare sulla tessera turistica, quindi per almeno un paio di giorni il percorso di visita ti sembrerà un po’ forzato. Ad esempio, dopo la visita all’Abbazia di Westminster il passaggio più naturale dovrebbe essere il St James’s Park, e da qui Trafalgar Square e la National Gallery: così invece non è se in mano hai il London Pass, con il quale invece ha molto più senso salire sul London Eye o visitare la Cattedrale di Saint Paul.

Permettimi di dire che ne vale la pena, soprattutto se è la tua prima volta a Londra, visto che il risparmio potenziale (anzi reale) si aggira intorno alle 100 sterline in appena 3 giorni. Avrai poi tutto il tempo per goderti la capitale inglese con più tranquillità alla scadenza del pass, ecco perché come ultimo consiglio spassionato ti suggerisco di prendere il formato da 2 o 3 giorni al massimo. Per prenotarlo collegati alla sua pagina dedicata.

Come sempre, per qualsiasi dubbio o domanda lascia pure un commento qui sotto, ti risponderò il prima possibile.


✈︎ Non perderti le migliori offerte di viaggio e codici sconto esclusivi: risparmia con il nostro canale Telegram

Per mantenere Viaggi e Ritratti un blog gratuito, è possibile che riceva delle commissioni se acquisti un prodotto da uno dei link presenti nel testo (Disclaimer). Il prezzo non subisce variazioni per te. Grazie per il tuo supporto - Federico e Chiara.