Travis Kelce

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Travis Kelce
Travis kelce 2018 training camp (cropped).jpg
Kelce nel 2018
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 196 cm
Peso 116 kg
Football americano American football pictogram.svg
Ruolo Tight end
Squadra Kansas City Chiefs
Carriera
Giovanili
2008-2012Cincinnati Bearcats
Squadre di club
2013-Kansas City Chiefs
Statistiche
Partite 64
Partite da titolare 45
Ricezioni 180
Yard ricevute 3.900
Touchdown su ric. 22
Palmarès
Super Bowl 1
Selezioni al Pro Bowl 6
All-Pro 4
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al 9 gennaio 2019

Travis Michael Kelce (Cleveland Heights, 5 ottobre 1989) è un giocatore di football americano statunitense che gioca nel ruolo di tight end per i Kansas City Chiefs della National Football League (NFL). Fu scelto nel corso del terzo giro (63º assoluto) del Draft NFL 2013 dai Chiefs .Al college ha giocato a football all’Università di Cincinnati È il fratello minore di Jason Kelce, centro dei Philadelphia Eagles.

Carriera professionistica[modifica | modifica wikitesto]

Kansas City Chiefs[modifica | modifica wikitesto]

Kelce fu scelto nel corso del terzo giro del Draft 2013 dai Kansas City Chiefs[1]. Debuttò come professionista nella settimana 2 contro i Dallas Cowboys e quella fu la sua unica presenza nella sua stagione da rookie. Il primo touchdown in carriera lo segnò nella settimana 3 della stagione 2014 contro i Miami Dolphins e andò a segno anche nelle due settimane successive, nella vittoria nel Monday Night Football contro i Patriots[2] e nella sconfitta contro i San Francisco 49ers. Impostosi come il nuovo tight end titolare della squadra, tornò a segnare nella settimana 9 nella vittoria casalinga sui New York Jets. Il quinto e ultimo TD stagionale lo mise a segno nel quindicesimo turno, in cui i Chiefs batterono i Raiders, interrompendo una striscia di tre sconfitte consecutive. La sua seconda stagione si chiuse con 67 ricezioni , guidando i Chiefs con 862 yard ricevute e disputando tutte le 16 partite, di cui 11 come titolare.

Kelce nel 2014

Nella prima gara della stagione 2015, Kelce andò subito a segno due volte[3]. A fine stagione fu convocato per il primo Pro Bowl in carriera dopo essersi classificato al secondo posto dei Chiefs in yard ricevute (875) e TD su ricezione (5)[4]. Nella gara del turno delle wild card dei playoff contro i Texans, guidò la squadra con 128 yard ricevute nel 30-0 finale che portò i Chiefs a conquistare la prima vittoria nella post-season dal 1994[5].

Nel 2016, Kelce terminò con un nuovo primato personale di 1.125 yard e 4 touchdown, venendo convocato per il secondo Pro Bowl consecutivo e inserito nel First-team All-Pro[6][7]. I Chiefs vinsero la propria division con un record di 12-4 ma furono subito eliminati nel divisional round dei playoff dai Pittsburgh Steelers.

Nel 2017 Kelce fu convocato per il suo terzo Pro Bowl e inserito nel Second-team All-Pro dopo avere ricevuto 1.03 yard e 8 touchdown.[8][9]

Nel 2018, Kelce beneficiò dell'ascesa del nuovo quarterback Patrick Mahomes, che ebbe una stagione da All-Pro. Nel secondo turno ricevette 6 passaggi per 106 yard e 2 touchdown nella vittoria sui Pittsburgh Steelers. Superò le 100 yard ricevute anche in due delle successive tre gare. Nella vittoria della settimana 11 su Oakland, Kelce stabilì due nuovi primati personali con 12 ricezioni per 168 yard, inclusi due touchdown nel primo tempo. Nell'ultima parte della stagione regolare la sua produzione statistica si abbassò leggermente ma stabilì comunque un nuovo record NFL per yard ricevute da parte di un tight end, primato che resistette però meno di un'ora prima di essere superato da George Kittle dei San Francisco 49ers. La sua stagione regolare si chiuse con 103 ricezioni per 1.336 yard e 10 TD, venendo convocato per il quarto Pro Bowl consecutivo e inserito nel First-team All-Pro.

Nel quindicesimo turno della stagione 2019, con 142 yard ricevute nella vittoria sui Denver Broncos, Kelce divenne il primo tight end della storia a ricevere 1.000 yard in quattro stagioni consecutive. A fine stagione fu convocato per il suo quinto Pro Bowl dopo essersi classificato quarto nella NFL con 1.229 yard ricevute, con 5 touchdown.[10] Nel divisional round dei playoff trascinò i Chiefs a rimontare uno svantaggio di 24 punti, il più ampio della storia della franchigia, con 134 yard ricevute e 3 touchdown contro gli Houston Texans.[11] Il 2 febbraio 2020 ricevette 6 passaggi per 43 yard e un touchdown nel Super Bowl LIV contro i San Francisco 49ers che i Chiefs vinsero per 31-20, conquistando il primo titolo dopo cinquant'anni.[12]

Il 13 agosto 2020 Kelce firmò con i Chiefs un rinnovo quadriennale del valore di 57 milioni di dollari. La sua stagione si chiuse con un record NFL per un tight end di 1.416 yard ricevute (secondo nella NFL) e al quinto posto con 105 ricezioni, venendo convocato per il suo sesto Pro Bowl (non disputato a causa della pandemia di COVID-19).[13][14] Nel divisional round dei playoff ricevette 109 yard e un touchdown nella vittoria sui Cleveland Browns.[15] Nella finale della AFC ricevette un record NFL per una finale di conference di 13 passaggi, con 118 yard ricevute e 2 touchdown nella vittoria sui Buffalo Bills che qualificò i Chiefs al secondo Super Bowl consecutivo.[16]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Franchigia[modifica | modifica wikitesto]

Kansas City Chiefs: LIV
Kansas City Chiefs: 2019, 2020

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

2015, 2016, 2017, 2018, 2019, 2020
2016
2016, 2018, 2020
2017

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Chiefs draft TE Kelce, RB Davis in NFL Draft’s third round, kansascity.com, 26 aprile 2013 accesso= 29 aprile 2013.
  2. ^ (EN) Game Center: New England 14 Kansas City 41, NFL.com, 28 settembre 2014. URL consultato il 30 settembre 2014.
  3. ^ Nfl, Buffalo demolisce Indianapolis, flop per Seattle. Ok Denver, gazzetta.it, 14 settembre 2015. URL consultato il 14 settembre 2015.
  4. ^ (EN) 2016 Pro Bowl roster, NFL.com, 22 dicembre 2015. URL consultato il 23 dicembre 2015.
  5. ^ (EN) Chiefs pummel Texans in 30-0 shutout win, NFL.com, 9 gennaio 2015. URL consultato l'11 gennaio 2016.
  6. ^ (EN) Three rookies, Matt Ryan among players named to All-Pro team, NFL.com, 6 gennaio 2017. URL consultato il 6 gennaio 2017.
  7. ^ (EN) NFL announces 2017 Pro Bowl rosters, NFL.com, 20 dicembre 2016. URL consultato il 22 dicembre 2016.
  8. ^ (EN) All-Pro Team: Antonio Brown is unanimous selection, NFL.com, 5 gennaio 2018. URL consultato il 6 gennaio 2018.
  9. ^ (EN) NFL announces 2018 Pro Bowl rosters, NFL.com, 19 dicembre 2017. URL consultato il 20 dicembre 2017.
  10. ^ (EN) NFL reveals rosters for 2020 Pro Bowl in Orlando, NFL.com, 17 dicembre 2019. URL consultato il 18 dicembre 2019.
  11. ^ (EN) Game Center: Houston 31 Kansas City 51, su NFL.com, 12 gennaio 2020. URL consultato il 17 gennaio 2020.
  12. ^ (EN) Kansas City Chiefs win Super Bowl LIV, NFL, 2 febbraio 2020. URL consultato il 4 febbraio 2020.
  13. ^ (EN) NFL reveals complete AFC, NFC rosters for 2021 Pro Bowl, NFL.com, 21 dicembre 2020. URL consultato il 22 dicembre 2020.
  14. ^ (EN) 2020 Leaders, su Pro Football Reference. URL consultato il 5 gennaio 2021.
  15. ^ (EN) Divisional Round: What we learned from Sunday's games, su NFL.com, 17 gennaio 2021. URL consultato il 21 gennaio 2021.
  16. ^ (EN) Game Center: Buffalo 24 Kansas City 38, su NFL.com, 24 gennaio 2021. URL consultato il 28 gennaio 2021.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]