LUDOVICO V il Vecchio di Wittelsbach, margravio di Brandeburgo e duca di Baviera in "Enciclopedia Italiana" - Treccani - Treccani

LUDOVICO V il Vecchio di Wittelsbach, margravio di Brandeburgo e duca di Baviera

Enciclopedia Italiana (1934)

LUDOVICO V il Vecchio di Wittelsbach, margravio di Brandeburgo e duca di Baviera


Figlio dell'imperatore Ludovico il Bavaro, nacque nel 1315. Il padre lo investì, nel 1324, della marca di Brandeburgo (prima in possesso della dinastia degli Ascanî, estintasi nel 1319), ch'egli però governò effettivamente solo a partire dal 1330. Ma egli trovò una violenta opposizione nel clero del Brandeburgo, per effetto della lotta divampante fra il padre, Ludovico, e la Curia romana; e si vide contrapporre il "falso Waldemaro", un avventuriero che pretendeva di appartenere alla famiglia degli Ascanî e che fu sostenuto da tutti i nemici di Ludovico il Bavaro, in ultimo anche da Carlo IV di Lussemburgo. Nel 1342, sposando Margherita di Maultasch, L. trasportò il suo campo d'azione nella Germania meridionale, Tirolo e Baviera, in cui succedeva al padre nel 1347; e, dopo esser venuto ad accordo con Carlo IV, nel 1351 lasciò ai fratelli, Ludovico detto il Romano (1330-1365) e Ottone, il Brandeburgo, tenendo per sé il ducato di Baviera e il Tirolo, avuto per il matrimonio con Margherita. Morì il 18 settembre 1361.

© Istituto della Enciclopedia Italiana fondata da Giovanni Treccani - Riproduzione riservata

TAG

Carlo iv di lussemburgo

Marca di brandeburgo

Ludovico il bavaro

Ducato di baviera

Germania