Ritrovato in un uliveto il cadavere di Giovanni De Rensis, l’operaio scomparso nei giorni scorsi da Molteno - la Repubblica

Milano

Ritrovato in un uliveto il cadavere di Giovanni De Rensis, l’operaio scomparso nei giorni scorsi da Molteno

Ritrovato in un uliveto il cadavere di Giovanni De Rensis, l’operaio scomparso nei giorni scorsi da Molteno

La moglie del 50enne aveva lanciato un appello sui social a inizio settimana. Ancora da stabilire le cause del decesso

1 minuti di lettura

Non si avevano sue notizie da lunedì e ora la vicenda è arrivata a un tragico epilogo: è stato ritrovato morto in un uliveto a Bonzeno (frazione di Bellano, nel Lecchese) Giovanni De Rensis, il 50enne operaio metalmeccanico di Molteno (sempre nel Lecchese) di cui si erano perse le tracce nei giorni scorsi.

A fare la macabra scoperta è stata la proprietaria del terreno su cui sorge l’uliveto: il corpo si trovava in posizione scomposta, ma non presenterebbe segni di violenza che lascino pensare a un’aggressione, anche se un piede è fratturato.

“Mio marito è scomparso da martedì, già fatta denuncia ai carabinieri – aveva scritto la moglie lanciando un appello nei gruppi social della zona – L’ultima volta che è stato visto si trovava a Molteno. Se qualcuno ha qualche informazione mi contatti”.

Il cadavere di De Rensis è stato rinvenuto non lontano dal percorso escursionistico noto come Sentiero del Viandante: la morte potrebbe essere stata causata da una caduta o da un malore.

Sarà l’autopsia a fare chiarezza sulle cause del decesso, mentre proseguono le indagini dei carabinieri.

I commenti dei lettori