Carlo Francesco di Prussia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Principe Carlo Francesco
Carlo Francesco, da bambino, con sua madre Maria Augusta di Anhalt
Principe di Prussia
Stemma
Stemma
Nome completotedesco: Karl Franz Josef Wilhelm Friedrich Eduard Paul
NascitaPotsdam, 15 dicembre 1916
MorteArica, 23 gennaio 1975
DinastiaCasato di Hohenzollern
PadrePrincipe Gioacchino di Prussia
MadrePrincipessa Maria Augusta di Anhalt
ConiugiEnrichetta di Schönaich-Carolath
Luise Dora Hartmann
Eva María Herrera y Valdeavellano
FigliPrincipe Francesco Guglielmo di Prussia
Principe Federico Cristiano di Prussia
Principe Francesco Federico di Prussia
Principessa Alessandra Maria di Prussia
Principessa Désirée Anastasia di Prussia
Carlo Francesco di Prussia
NascitaPotsdam, 15 dicembre 1916
MorteArica, 23 gennaio 1975
Dati militari
Paese servitoBandiera della Germania Germania
Forza armata Wehrmacht
ArmaHeer
Anni di servizio1939 – 1945
GradoOberleutnant
GuerreSeconda Guerra Mondiale
CampagneCampagna di Polonia
DecorazioniCroce di Ferro di II Classe
voci di militari presenti su Wikipedia

Principe Carlo Francesco di Prussia (Potsdam, 15 dicembre 1916Arica, 23 gennaio 1975) era l'unico figlio del principe Gioacchino di Prussia e di sua moglie, la principessa Maria Augusta di Anhalt.[1][2] Suo padre era il figlio minore dell'imperatore Guglielmo II di Germania, egli stesso un nipote della regina Vittoria; ciò rendeva il principe Carlo Francesco un trisnipote della sovrana britannica.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Il principe Carlo Francesco nacque il 15 dicembre 1916 a Potsdam. Fu l'unico figlio nato dal principe Gioacchino di Prussia e da sua moglie, la principessa Maria Augusta di Anhalt. Carlo Francesco era il quarto dei nipoti dell'imperatore a nascere dopo che la prima guerra mondiale era cominciata; era quindi molto giovane quando gli Hohenzollern persero il trono.[2] Suo nonno abdicò nel 1918, e suo padre, il principe Gioacchino, si suicidò nel 1920.[1] All'epoca dell'abdicazione di suo nonno, il principe Carlo Francesco era dodicesimo nella linea di successione al trono di Germania e di Prussia.

Dopo il suicidio di suo padre, Carlo Francesco fu preso in custodia dallo zio paterno, il principe Eitel Federico di Prussia.[3] Come capo legale del Casato di Hohenzollern, egli rivendicò questo diritto poiché l'imperatore Guglielmo aveva emanato un editto piazzando le energie degli Hohenzollern nelle mani di Eitel.[3] Ciò fu successivamente dichiarato essere illegale, e sua madre ottenne la sua piena custodia nel 1921.[4] A Maria Augusta fu dato questo diritto nonostante il fatto che fosse scappata via da suo marito e c'erano stati numerosi servitori che testimoniarono contro di lei.[3] La difesa di Eitel aveva anche affermato che Maria Augusta non era una persona adatta per la tutela di Carlo Francesco.[4] Maria Augusta andò in tribunale e comunque fece un appello con il cuore spezzato, che può aver contribuito a farle vincere la causa.[4]

Nel 1922, Maria Augusta citò in giudizio l'ex Imperatore Guglielmo per il sostegno finanziario che le era stato promesso e per contratto di matrimonio di Gioacchino.[5] L'Avvocato di Guglielmo provò che le leggi del Casato di Hohenzollern non erano più valide, e quindi non vi era alcun obbligo di sostenerla.[5]

Nel 1926, sua madre si risposò con Johannes-Michael Freiherr von Loën.[6] Divorziarono nel 1935.

Durante la seconda guerra mondiale, Carlo Francesco servì come tenente in una divisione auto blindata, e fu di stanza sul fronte polacco.[7] Gli fu conferita la Croce di Ferro.

Matrimoni[modifica | modifica wikitesto]

Primo[modifica | modifica wikitesto]

Il 5 ottobre 1940, Carlo Francesco sposò la Principessa Enrichetta Erminia Wanda Ida Luisa di Schönaich-Carolath.[8] Sua moglie era una figlia della Principessa Erminia Reuss di Greiz, che era stata la seconda moglie del nonno di Carlo Francesco, l'Imperatore Guglielmo II dal 1922 (Enrichetta era quindi la figliastra dell'Imperatore Guglielmo II).[9] Tenutasi alla residenza privata di Guglielmo, senza tante cerimonie, lui ed Erminia parteciparono alla cerimonia, come fecero pochi altri ospiti.[9] Il sindaco di Doorn celebrò la cerimonia.[8]

Ebbero tre figli:

  • Principe Francesco Guglielmo Vittorio Cristoforo Stefano di Prussia (nato il 3 settembre 1943), ha sposato la pretendente al trono russo Maria Vladimirovna di Russia. Il loro figlio è Georgij Michajlovič di Russia, Principe di Prussia, nato il 13 marzo 1981 in Spagna.
  • Principe Federico Cristiano Ludovico di Prussia (3 settembre 1943 – 26 settembre 1943)
  • Principe Francesco Federico Cristiano di Prussia (nato il 17 ottobre 1944) ha sposato morganaticamente nel 1970 Gudrun Edith Winkler, ha divorziato nel 1996, ha avuto una figlia; si è risposato nel 1999 con Susann Genske, senza figli.

Divorziarono il 5 settembre 1946.

Secondo[modifica | modifica wikitesto]

Carlo Francesco si è sposato una seconda volta, morganaticamente, il 9 novembre 1946, con Luise Dora Hartmann (Amburgo, 5 settembre 1909 – Amburgo, 23 aprile 1961). La coppia non ha avuto figli e divorziò nel 1959.

Terzo[modifica | modifica wikitesto]

Il Principe Carlo Francesco si sposò per la terza ed ultima volta, il 20 luglio 1959 a Lima in Perù, con Eva María Herrera y Valdeavellano (10 giugno 1922 Lima, Peru – 6 marzo 1987 Lima, Peru). Rimasero sposati fino alla morte del Principe Carlo Francesco ed ebbero due figlie femmine;

  • Principessa Alessandra Maria Augusta Juana Consuelo di Prussia (nata il 29 aprile 1960 a Lima in Peru). Ha sposato Alberto Reboa nell'ottobre 1995 a Lima in Peru. Hanno due figli:
    • Alberto Reboa y von Preussen (n. 1994)
    • Alexandra Reboa y von Preussen (n. 1995)
  • Principessa Désirée Anastasia Maria Benedicta di Prussia (nata il 13 luglio 1961 a Lima in Peru). Ha sposato Juan Carlos Gamarra y Skeels il 25 maggio 1983 a Lima in Peru. Hanno due figli:
    • Juan Francisco Gamarra y von Preussen (n. 1987)
    • Inés Gamarra y von Preussen (n. 1989).

Ascendenza[modifica | modifica wikitesto]

Genitori Nonni Bisnonni Trisnonni
Federico III di Germania Guglielmo I di Germania  
 
Principessa Augusta di Sassonia-Weimar-Eisenach  
Guglielmo II di Germania  
Vittoria, Principessa reale Principe Alberto di Sassonia-Coburgo e Gotha  
 
Vittoria del Regno Unito  
Principe Gioacchino di Prussia  
Federico VIII, Duca di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Augustenburg Cristiano Augusto II, Duca di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Augustenburg  
 
Contessa Luisa Sofia di Danneskiold-Samsøe  
Principessa Augusta Vittoria di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Augustenburg  
Principessa Adelaide di Hohenlohe-Langenburg Ernesto I, Principe di Hohenlohe-Langenburg  
 
Principessa Fedora di Leiningen  
Principe Carlo Francesco di Prussia  
Federico I, Duca di Anhalt Leopoldo IV, Duca di Anhalt  
 
Principessa Federica Guglielmina di Prussia  
Edoardo, Duca di Anhalt  
Principessa Antonietta di Sassonia-Altenburg Principe Edoardo di Sassonia-Altenburg  
 
Principessa Amalia di Hohenzollern-Sigmaringen  
Principessa Maria Augusta di Anhalt  
Principe Maurizio di Sassonia-Altenburg Giorgio, Duca di Sassonia-Altenburg  
 
Duchessa Maria Luisa di Meclemburgo-Schwerin  
Principessa Luisa Carlotta di Sassonia-Altenburg  
Principessa Augusta di Sassonia-Meiningen Bernardo II, Duca di Sassonia-Meiningen  
 
Principessa Maria Federica d'Assia-Kassel  
 

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze prussiane[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze tedesche[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Kaiser's Youngest Son, Joachim Shoots Himself, in The New York Times, Berlin, 18 luglio 1920.
  2. ^ a b New Grandson For Kaiser, in The New York Times, Berlin, 16 dicembre 1916.
  3. ^ a b c Get's Ex-Kaiser's Grandson, in The New York Times, Berlin, 14 ottobre 1921.
  4. ^ a b c Hohenzollern Laws Ruled Out of Court, in The New York Times, Berlin, 28 luglio 1921.
  5. ^ a b Widow of Young Prince Sues Kaiser For Support, in The New York Times, Berlin, 6 gennaio 1922.
  6. ^ Princess Joachim Weds, in The New York Times, Berlin, 29 settembre 1926.
  7. ^ The New York Times, Berlin, 17 settembre 1939, http://proquest.umi.com/pqdweb?index=0&did=94710330&SrchMode=2&sid=3&Fmt=10&VInst=PROD&VType=PQD&RQT=309&VName=HNP&TS=1265778224&clientId=437.
  8. ^ a b German Prince Married, in The New York Times, Doorn, Netherlands, 2 ottobre 1940.
  9. ^ a b Ex-Kaiser's Stepdaughter To Marry His Grandson, in The New York Times, Amsterdam, 7 agosto 1940.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]