Bernardo II di Sassonia-Jena - Wikiwand
For faster navigation, this Iframe is preloading the Wikiwand page for Bernardo II di Sassonia-Jena.

Bernardo II di Sassonia-Jena

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Bernardo II
Duca di Sassonia-Jena
In carica1672 –
1678
PredecessoreNuova creazione
SuccessoreGiovanni Guglielmo
NascitaWeimar, 14 ottobre 1638
MorteJena, 3 maggio 1678
PadreGuglielmo, duca di Sassonia-Weimar
MadreEleonora Dorotea di Anhalt-Dessau
ConsorteMarie Charlotte de La Trémoille
FigliCarlotta Maria, duchessa di Sassonia-Weimar
Giovanni Guglielmo, duca di Sassonia-Jena
Emilie Eleonore di Kospoth (illegittima)
Religioneluteranesimo

Bernardo di Sassonia-Jena (Weimar, 14 ottobre 1638Jena, 3 maggio 1678) fu duca di Sassonia-Jena.

Biografia

Era il sesto figlio del duca Guglielmo di Sassonia-Weimar e di Eleonora Dorotea di Anhalt-Dessau.

Frequentò l'Università di Jena dal febbraio del 1654 fino al novembre del 1657.

Successivamente entrò a far parte degli affari politici del padre quando gli venne scelta come consorte una nobile francese, Marie Charlotte de La Trémoille, per rafforzare l'unione tra la dinastia Wettin e il re Luigi XIV di Francia. Dopo anni di trattative, il matrimonio venne celebrato a Parigi il 10 giugno 1662[1]. Un mese prima era morto il duca Guglielmo il cui ducato iniziò ad essere diviso tra i suoi due figli maggiori, Giovanni Ernesto II di Sassonia-Weimar e Adolfo Guglielmo di Sassonia-Eisenach, fratelli quindi Bernardo.

Nel 1672 Giovanni Ernesto II spartì ulteriormente il proprio ducato tra i fratelli maschi sopravvissuti: a Bernardo spettò la Sassonia-Jena. A Jena già risiedeva con la moglie subito dopo il matrimonio e lì nacquero i quattro figli della nuova coppia ducale[1]:

  1. Guglielmo (Jena, 24 luglio 1664 - Jena, 21 giugno 1666).
  2. figlia nata morta (Jena, 7 aprile 1666).
  3. Bernardo (Jena, 9 novembre 1667 - Jena, 26 aprile 1668).
  4. Carlotta Maria (Jena, 20 dicembre 1669 - Gräfentonna, 6 gennaio 1703), sposò il 2 novembre 1683 Guglielmo Ernesto, duca di Sassonia-Weimar; divorziarono nel 1690.
  5. Giovanni Guglielmo, duca di Sassonia-Jena (Jena, 28 marzo 1675 - Jena, 4 novembre 1690).

Il matrimonio tra Bernardo e Marie Charlotte, dettato dalla ragion si stato, fu molto infelice. Bernardo cercò infatti di divorziare dalla moglie per sposare la dama di corte Emilie Eleonore von Kospoth da cui aveva avuto una figlia poi legittimata nel 1676;

Nessun teologo o giurista gli concesse l'annullamento ma volle ugualmente trattare l'amante alla stregua di una duchessa consorte versandole una rendita annuale di 1000 Taler. Arrivò inoltre a sposarla in segreto nel 1674, dinanzi a un prete gesuita.

Alla morte di Bernardo nel 1678 venne a succedergli suo figlio legittimo Giovanni Guglielmo.

Ascendenza

Genitori Nonni Bisnonni Trisnonni
Giovanni Guglielmo di Sassonia-Weimar Giovanni Federico I di Sassonia  
 
Sibilla di Jülich-Klebe-Berg  
Giovanni di Sassonia-Weimar  
Dorotea Susanna di Wittelsbach-Simmern Federico III del Palatinato  
 
Maria di Brandeburgo-Kulmbach  
Guglielmo di Sassonia-Weimar  
Gioacchino Ernesto di Anhalt Giovanni II di Anhalt-Dessau  
 
Margherita di Brandeburgo  
Dorotea Maria di Anhalt  
Eleonora di Württemberg Cristoforo di Württemberg  
 
Anna Maria di Brandeburgo-Ansbach  
Bernardo II di Sassonia-Jena  
Gioacchino Ernesto di Anhalt Giovanni II di Anhalt-Dessau  
 
Margherita di Brandeburgo  
Giovanni Giorgio I di Anhalt-Dessau  
Agnese di Barby Wolfgang von Barby  
 
 
Eleonora Dorotea di Anhalt-Dessau  
 
 
 
Dorotea del Palatinato-Simmern  
 
 
 
 

Note

Voci correlate

Altri progetti

Predecessore Duca di Sassonia-Jena Successore Titolo creato nel 1672 1672-1678 Giovanni Guglielmo di Sassonia-Jena
Controllo di autoritàVIAF (EN64393748 · CERL cnp00277434 · GND (DE10230887X · WorldCat Identities (ENviaf-64393748
{{bottomLinkPreText}} {{bottomLinkText}}
Listen to this article

This browser is not supported by Wikiwand :(
Wikiwand requires a browser with modern capabilities in order to provide you with the best reading experience.
Please download and use one of the following browsers:

This article was just edited, click to reload
This article has been deleted on Wikipedia (Why?)

Back to homepage

Please click Add in the dialog above
Please click Allow in the top-left corner,
then click Install Now in the dialog
Please click Open in the download dialog,
then click Install
Please click the "Downloads" icon in the Safari toolbar, open the first download in the list,
then click Install
{{::$root.activation.text}}

Install Wikiwand

Install on Chrome Install on Firefox
Don't forget to rate us

Tell your friends about Wikiwand!

Gmail Facebook Twitter Link

Enjoying Wikiwand?

Tell your friends and spread the love:
Share on Gmail Share on Facebook Share on Twitter Share on Buffer

Our magic isn't perfect

You can help our automatic cover photo selection by reporting an unsuitable photo.

This photo is visually disturbing This photo is not a good choice

Thank you for helping!


Your input will affect cover photo selection, along with input from other users.

X

Wikiwand 2.0 is here 🎉! We've made some exciting updates - No worries, you can always revert later on