Rebel Moon - Parte 1 - Figlia del fuoco - Film (2023) - MYmovies.it

Rebel Moon - Parte 1 - Figlia del fuoco

Film 2023 | Fantasy, Azione, Drammatico +13 133 min.

Titolo originaleRebel Moon
Anno2023
GenereFantasy, Azione, Drammatico
ProduzioneUSA
Durata133 minuti
Regia diZack Snyder
AttoriSofia Boutella, Djimon Hounsou, Charlie Hunnam, Jena Malone, Rupert Friend Bae Doona, Ray Fisher, Staz Nair, Charlotte Maggi.
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: +13
MYmonetro 2,99 su 7 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Zack Snyder. Un film con Sofia Boutella, Djimon Hounsou, Charlie Hunnam, Jena Malone, Rupert Friend. Cast completo Titolo originale: Rebel Moon. Genere Fantasy, Azione, Drammatico - USA, 2023, durata 133 minuti. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 2,99 su 7 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Rebel Moon - Parte 1 - Figlia del fuoco tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Ultimo aggiornamento sabato 16 dicembre 2023

La nuova saga fantascientifica ideata da Snyder arriva dopo una genesi durata anni. Il film ha ottenuto 2 candidature a CDG Awards,

Consigliato sì!
2,99/5
MYMOVIES 3,50
CRITICA 2,33
PUBBLICO 3,13
CONSIGLIATO SÌ
Snyder fa una pennellata di tutto quello che sa fare. E il film risulta forte e in salute.
Recensione di Luigi Coluccio
venerdì 15 dicembre 2023
Recensione di Luigi Coluccio
venerdì 15 dicembre 2023

L'universo è terreno di conquista per gli eserciti del Mondo Madre. La stirpe reale che da millenni regnava sul pianeta è stata sterminata in un misterioso attacco e ora a tessere le fila dell'Imperium è il Reggente Belisarius. Ma a contrastare la sempre più spietata ricerca di risorse dei suoi eserciti si ergono ora un pugno di ribelli capitanati dai fratelli Bloodaxe, a cui alcuni pianeti dei confini esterni danno rifugio e aiuto.

Tra questi c'è la luna di Veldt e i suoi agricoltori, che in passato hanno venduto le scorte in eccesso ai Bloodaxe. È qui che si reca il brutale Ammiraglio Noble per chiedere un tributo entro dieci settimane, ma i contadini, capitanati dal riluttante Gunnar, decidono di resistere affidandosi alla straniera dal passato misterioso che qualche tempo prima avevano accolto tra di loro, Kora. Inizia così un viaggio attraverso lo spazio e le stelle per reclutare guerrieri disposti a proteggere la libertà del popolo di Veldt...

165 milioni di dollari di costo, ambienti ricostruiti dal vero e CGI, sequel e prequel in discussione: Snyder e Netflix hanno quello che volevano.

Ah, l'eterogenesi delle IP: timore e tremore per chi non le ha e - soprattutto, sì - per chi le ha, le "intellectual property" sono il motore immobile di un sistema hollywoodiano che ci edifica attorno l'unica e attuale forma di organizzazione della sua industria culturale, una produzione in serie che sta pian piano rimanendo senza fiato - è Wall Street, bellezza. C'è una netta e selvaggia differenza rispetto ai blockbuster del passato, e lo sa bene gente come Zack Snyder, da sempre impegnato a blandire licenze e a domare executive, dall'esordio para-romeriano L'alba dei morti viventi al post-supereroistico (ancor prima dei successi del genere) Watchmen, passando per quell'ode alla CGI che è 300 e, certo, tutta la spirale multi-filmica del DC Extended Universe con i vari L'uomo d'acciaio, Batman v Superman: Dawn of Justice e via elencando.

Forse Snyder lo sapeva in tempi lontani che sarebbe andata a finire così - Hollywood, non lui -, già all'epoca della scuola di cinema, quando inizia a concepire un'epopea alternativa a Guerre Stellari, una sorta di Quella sporca dozzina e I magnifici sette ambientata nello spazio. Sfilano i decenni e l'idea di una sua saga (allora) e di una sua IP (adesso) non sfiorisce ma germoglia, ad un certo punto viene venduta alla Warner Bros. come film e videogioco, poi è un dialogo con la stessa Lucasfilm sei mesi prima dell'acquisto da parte della Disney, quindi una serie tv e infine l'arrivo del titano Netflix. Infine, ecco Rebel Moon.

Non si è ancora stancato, Snyder, di modellare mondi. Del resto gli era riuscito a metà con i supereroi DC - leggendaria la storia di Ann Sarnoff, che al suo primo giorno come CEO di Warner Bros. si ritrova l'ufficio pieno di fiori e cesti di frutta, inizia a leggere i bigliettini e su tutti c'è scritto la stessa cosa, "Benvenuta alla Warner Bros. Adesso rilascia la Snyder Cut": i fan avevano spinto così tanto per la director's cut di Justice League che due anni dopo e altri 80 milioni di dollari dati al regista viene lanciata su HBO Max Zack Snyder's Justice League.

Sì, forse il vero SnyderVerse non è quello venuto un po' troppo cotto e un po' troppo crudo di Batman e Superman, ma questo Rebel Moon - Parte 1: Figlia del fuoco, presentato a Netflix in uno script di 172 pagine e una bibbia di 450, primo capitolo di un dittico che si completerà ad aprile 2024 con Rebel Moon - Parte 2: La sfregiatrice, senza contare la prevista trilogia multimediale di sequel (fumetto, podcast e serie animata) e l'ancora incompiuta connessione con Army of the Dead (il primo lavoro di Snyder per Netflix, il cui seguito animato ora in stallo prevede il cameo di uno dei personaggi di Rebel Moon).

Quindi che ci ha messo dentro Snyder? Una pennellata di tutto quello che sa fare - non a caso è il Mondo Madre, no? Ci sono le inquadrature da bassorilievo marmoreo e le slow motion per scolpire il tempo, le profondità di campo soffocanti e le scenografie al limite del crollo brutalista. C'è lo scontro tra civiltà avanzate decadenti e società rurali prospere, l'amicizia e la collettività come unici valori fondanti, la ferocia della libertà che se istituzionalizzata diventa dominio. È di un'artificiosità unica Snyder, un accumulatore patologico di forme vetuste, barocche, grevi. Tutto le immagini del suo cinema sembrano sempre sul punto di collassare sotto la spinta dei colori desautorati, dei corpi intarsiati, delle storie totemiche. Eppure, eppure, nessuno nella Hollywood bulimica di IP fa e può fare quello che fa lui.

Rebel Moon, infatti, è l'ultima dimostrazione del posto particolare che occupa - suo malgrado? - Snyder nel sistema-cinema americano, uno che vuole sempre fare quello che dice lui ma farlo davanti a tutti. Così se molti passeranno veloci davanti a questo dittico di fanta-guerra, e va bene così, ci si dovrebbe concentrare sull'incontro tra il regista e la grande N rossa di Netflix, per una prova molto più impegnativa e vincolante del precedente Army of the Dead. Snyder, infatti, ha portato tutto quello che aveva - la sua posizione e la sua idea più esasperante - allo studio/streaming service meno accondiscente che ci sia, famigerato da una parte per la libertà creativa che sembra elargire e dall'altro per il piattume visivo che risputa via una volta entranti nel suo trita-iconoclastie.

Però, epperò, Rebel Moon è venuto fuori forte e in salute, tanto da sembrare, assieme, il lavoro più preciso - leggasi, "smannaiato" meglio - di Snyder e un qualcosa mai tentato prima da Netflix. Di tutto quello che poteva perdersi nella fredda e necessaria programmazione a tavolino - dal fatto che sia già prevista una director's cut lunga più di un'ora per ogni episodio alla scelta di girare esplicite sequenze solo per questa versione, dal divieto ai minori di 13 anni per queste due uscite a quello per i minori di 17 per le Snyder's - si è passati ad un contenimento estetico delle due spinte, alla fin dei conti realizzando davvero la saga che Snyder ha sempre sognato di fare, I sette samurai nello spazio con astronavi sfregiate dalla ruggine e katane plasmeggianti. Chissà Kurosawa che ne avrebbe fatto della sua IP. Magari proprio questo.

Sei d'accordo con Luigi Coluccio?
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
giovedì 8 febbraio 2024
Felicity

Speravo di divertirmi almeno un po' guardando Rebel Moon, in pratica ho solo fatto fatica a finirlo. Il problema secondo me non è questo mischione di storie, creature e ambientazioni fantasy, fantascientifiche o comunque riprese da brand famosi, ma che in generale da qualsiasi punto di vista e con qualsiasi aspettativa lo guardi resta un film abbastanza piatto, privo di personalità [...] Vai alla recensione »

mercoledì 27 dicembre 2023
Ciolo

Trama banale! scenggaitura debolissima! personaggi stereotipati! quasi 200 milioni e più di due ore per realizzare, praticamente, un videogioco! per dipiù neanche originale ma scopiazzato un po qua un po là....

venerdì 15 marzo 2024
Marcovaldo91

Zack torna alla ribalta con una nuova saga fantascientifica che promette tanto ma in definitiva non convince praticamente mai. Ci prova il regista di 300 a inebriarci col suo solito stile epic-dark pennellato di sguardi intensi e sfide impossibili, ma si ha la sensazione di essere molto lontani dall'antico vigore che emanavano i suoi spartani. E questo dipende da una scelta narrativa che non coinvolge [...] Vai alla recensione »

domenica 7 gennaio 2024
Cres-TeK

Ultimamente film degni di nota di fantascienza nello spazio non ce ne sono molti... storia vista e rivista!!! 3 stelle per l'ambientazione a cui avrei dato anche ci fossero stati i Puffi. Spero il seguito migliori!!!

domenica 31 dicembre 2023
Micciante

Non so da quanto scrivi recensioni su Mymovies ma dare un 3,5 a Rebel Moon è ridicolo.Non è che pensavi di essere su FilmTv? Vatti a vedere i film che prendono 3,5 su Mymovies e fatti un'idea...

mercoledì 27 dicembre 2023
bulgarontheset

La pellicola ambientata in mondi lontani ricorda la seconda saga di Star Wars ed è girata con maestria dal regista . La sceneggiatura NON fa acqua , anzi tiene lo spettatore incollato allo schermo . Da vedere

venerdì 22 dicembre 2023
Ethan Lombardo

Veramente inguardabile, nonostante l'innegabile bravura degli attori. La trama e dobole, il film è noioso e privo di una salda linea narrativa. Volutamente lento nelle scene di battaglia, quasi a cercare un epicismo che manca totalmente. Peccato

STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
domenica 4 febbraio 2024
Max Borg
Rumore

Dopo un sodalizio a dir poco mutevole e turbolento con la Warner Bros. dal 2006 al 2017, Zack Snyder ha trovato una nuova casa audiovisiva nella forma di Netflix, che gli consente di sviluppare i suoi soggetti (relativamente) indisturbato. E così, dopo Army Of The Dead, che tornava alle origini della sua filmografia rivisitando I'universo zombie. adesso tocca a un'epopea cosmica transmediale (film, [...] Vai alla recensione »

martedì 2 gennaio 2024
Giona A. Nazzaro
Film TV

La storia è la solita: un manipolo di ultimi (del mondo, della galassia...) si erge contro l'Impero. Il modello - I magnifici sette - era già stato ripreso come variazione di Guerre stellari da Jimmy T. Murakami e Roger Corman per Battle Beyond the Stars, presentato in Italia, giustamente, come I magnifici sette nello spazio. Sarà che Star Wars ha rifondato (o ridotto.

giovedì 28 dicembre 2023
Alberto Crespi
La Repubblica

Nato come un progetto collaterale della saga di Star War s, il nuovo film di Zack Snyder Rebel Moon Parte 1: Figlia del fuoco ha avuto una mini- distribuzione al cinema (quattro copie in 70mm a Los Angeles, Londra, Toronto e New York) ed è poi uscito direttamente su Netflix, totalizzando "contatti" buoni ma non eccezionali. È la prima parte di un dittico: Rebel Moon Parte 2: La sfregiatrice è annunciato [...] Vai alla recensione »

martedì 19 dicembre 2023
Davide Maria Zazzini
La Rivista del Cinematografo

Un universo di popoli pacifici abitano ognuno una propria luna, ma l'armonia delle differenze è rotta, d'improvviso, da devastazioni e guerre di conquista di un esercito predatorio (il Mondo Madre). A finire sotto le mire di conquista c'è, in particolare, una remota e rurale landa, abitata in concordia da un popolo agricoltori. Kora (Sofia Boutella) l'eroina straniera accolta in questo regno, prima [...] Vai alla recensione »

lunedì 18 dicembre 2023
Riccardo Baiocco
Sentieri Selvaggi

Prima di Rebel Moon e dopo Justice League, Zack Snyder ha riavviato la sua carriera. Riavvolgendosi su sé stesso, torna al principio per contaminarlo. Con Army of the Dead, successore spirituale del suo esordio L'alba dei morti viventi, zombie e heist movie si sono contagiati a vicenda nel primo progetto Netflix del regista. D'altronde, due generi concettualmente tanto distanti sulla piattaforma sono [...] Vai alla recensione »

lunedì 18 dicembre 2023
Anna Culotta
NonSoloCinema

Arriverà su Netflix venerdì 22 dicembre il primo atto del nuovo ambiziosissimo progetto di Zack Snyder, Rebel Moon - Parte Uno: Figlia del fuoco. Snyder torna a lavorare in partnership con Netflix dopo la saga zombie lanciata nel 2021 con Army of the Dead e proseguita nello stesso anno con l'uscita di Army of Thieves. Qui siamo di fronte a un piano ancora più ambizioso, ovvero quello di dar vita ad [...] Vai alla recensione »

NEWS
NETFLIX
venerdì 15 dicembre 2023
Luigi Coluccio

165 milioni di dollari di costo, ambienti ricostruiti dal vero e CGI, sequel e prequel in discussione. Dal 20 dicembre su Netflix. Vai all'articolo »

NETFLIX
lunedì 13 novembre 2023
 

Regia di Zack Snyder. Un film con Sofia Boutella, Djimon Hounsou, Charlie Hunnam, Jena Malone, Rupert Friend. Dal 22 dicembre su Netflix. Guarda il trailer »

NETFLIX
mercoledì 23 agosto 2023
 

Regia di Zack Snyder. La prima parte (Figlia del fuoco) uscirà il 22 dicembre. La seconda parte (La sfregiatrice) il 19 aprile 2024. Su Netflix. Guarda il trailer »

NEWS
mercoledì 7 giugno 2023
 

La nuova saga fantascientifica ideata da Snyder arriva dopo una genesi durata anni. Vai all'articolo »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2024 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati