A Venezia tra i Classici omaggio a Monica Vitti - Cinema - ANSA
Cultura
  1. ANSA.it
  2. Cultura
  3. Cinema
  4. A Venezia tra i Classici omaggio a Monica Vitti

A Venezia tra i Classici omaggio a Monica Vitti

Si celebrano anche Pasolini, Tognazzi, Gassman, Salce e Spaak

E' il suo film più amato ma in genere quello meno citato: Teresa la ladra di Carlo Di Palma (1973), la storia dell'odissea grottesca di una povera crista di Anzio.
    Restaurato, sarà l'omaggio speciale della Mostra di Venezia (31 agosto - 10 settembre) a Monica Vitti che ci ha lasciati il 2 febbraio scorso. E' tempo di omaggi e celebrazioni quest'anno per Venezia Classici: il 2022 è il centenario della nascita di Pier Paolo Pasolini e sarà presentato il restauro di Teorema, il suo film manifesto girato nel 1968 e con cui Silvana Mangano vinse al Lido la Coppa Volpi. Ma anche cento anni dalla nascita di due immensi come Vittorio Gassman e Ugo Tognazzi che si rivedranno grazie a La marcia su Roma restaurato, mentre La voglia matta permetterà di celebrare anche il centenario della nascita del regista Luciano Salce e di ricordare Catherine Spaak, scomparsa il 17 aprile scorso.
    E' una parte della sezione dedicata ai restauri che torna nell'ambito della Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica della Biennale di Venezia, dopo che nei due anni precedenti, a causa della pandemia, era stata ospitata a Bologna dal festival Il cinema ritrovato (agosto 2020) e nel centro storico di Venezia (2021). Il regista Giulio Base presiederà la giuria composta da 21 studenti, ognuno indicato dai docenti dei diversi corsi di cinema delle università italiane, dei DAMS e della veneziana Ca' Foscari, che - per il nono anno - assegnerà il Premio Venezia Classici per il miglior film restaurato e potrà altresì premiare il miglior documentario sul cinema presentato all'interno della Sezione.
    Venezia Classici festeggia i suoi primi 10 anni: è la sezione che dal 2012 presenta alla Mostra, in anteprima mondiale, una selezione dei migliori restauri di film classici realizzati nel corso dell'ultimo anno da cineteche, istituzioni culturali e produzioni di tutto il mondo. Curata da Alberto Barbera con la collaborazione di Federico Gironi, Venezia Classici presenta inoltre una selezione di documentari sul cinema e i suoi autori.
    Tre sono i titoli del programma 2022 di Venezia Classici provenienti dagli Stati Uniti (Cavalcata di Frank Lloyd, The Black Cat di Edgar Ulmer e I conquistatori di Jacques Tourneur) e altrettanti arrivano dal Giappone (Una gallina nel vento di Yasujiro Ozu, Il profondo desiderio degli dei di Shohei Imamura e La farfalla sul mirino di Seijun Suzuki). Il giro del mondo del cinema di Venezia Classici tocca anche la Francia di Mes petites amoureuses di Jean Eustache e di Le strane licenze del caporale Dupont, penultimo film di Jean Renoir, l'Inghilterra de I misteri del giardino di Compton House di Peter Greenaway.
    Completa il programma di Venezia Classici l'erotico Therese and Isabelle di Radley Metzger, proveniente dalla personale collezione di B-movie di Nicolas Winding Refn che lo ha recentemente restaurato e sarà alla Mostra per presentarlo.
    (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA