House of Gucci

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
House of Gucci
Ridley Scott - House of Gucci.png
Una scena del film
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America, Italia
Anno2021
Durata157 min
Generedrammatico, biografico, thriller, giallo, commedia
RegiaRidley Scott
Soggettodal libro di Sara Gay Forden
soggetto di Becky Johnston
SceneggiaturaBecky Johnston, Roberto Bentivegna
ProduttoreRidley Scott, Giannina Scott, Kevin Walsh, Mark Huffam
Produttore esecutivoKevin Ulrich, Aaron L. Gilbert, Marco Valerio Pugini, Jason Cloth, Aidan Elliott, Megan Ellison
Casa di produzioneMetro-Goldwyn-Mayer, Bron Studios, Scott Free Productions
Distribuzione in italianoEagle Pictures
FotografiaDariusz Wolski
MontaggioClaire Simpson
MusicheHarry Gregson-Williams
ScenografiaArthur Max
CostumiJanty Yates
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
House of Gucci Logo.png
Logo ufficiale del film

House of Gucci è un film del 2021 diretto da Ridley Scott.

La pellicola è un adattamento cinematografico del libro House of Gucci. Una storia vera di moda, avidità, crimine (The House of Gucci: A Sensational Story of Murder, Madness, Glamour, and Greed) scritto da Sara Gay Forden, che racconta le vicende reali che nel 1995 portarono Patrizia Reggiani ad organizzare l'omicidio dell'ex marito Maurizio Gucci, imprenditore ed ex presidente della celeberrima casa di moda omonima.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1970, Patrizia Reggiani è un'attraente ragazza di 22 anni che lavora come responsabile d'ufficio nella piccola ditta di autotrasporti di suo padre Fernando. Ad una festa, Patrizia incontra il coetaneo Maurizio Gucci, studente di giurisprudenza ed erede attraverso il padre Rodolfo di una quota del 50% della casa di alta moda Gucci, fondata da suo nonno paterno Guccio. Patrizia comincia a corteggiare il goffo Maurizio, finché i due si innamorano e lui la presenta alla famiglia. Rodolfo Gucci, però, capisce che a Patrizia interessano solo il denaro ed il successo e lo dice a Maurizio, avvertendolo che, se la dovesse sposare, lo diserederà; Maurizio sceglie Patrizia al posto del suo legame con i Gucci, lasciando la famiglia. Patrizia e Maurizio si sposano e quest’ultimo viene assunto presso l'azienda di autotrasporti Reggiani.

Quando Patrizia rimane incinta, vede nella nascita della figlia una via verso la riconciliazione familiare. Svela quindi allo zio di Maurizio, Aldo Gucci, fratello di Rodolfo, di essere incinta; Aldo è deliziato dalla notizia e prende la coppia sotto la sua ala protettrice, presentando Patrizia a suo figlio Paolo, che desidera diventare stilista all'interno di Gucci nonostante la sua mancanza di talento e le sue discutibili creazioni. Grazie ad Aldo, Maurizio e un Rodolfo ormai malato terminale si riconciliano poco prima della morte di quest'ultimo. Rodolfo quindi include nuovamente Maurizio nel suo testamento, ma muore prima di essere riuscito a firmare l'atto che trasferisce le azioni Gucci al figlio. Patrizia però falsifica la firma di Rodolfo sul documento, facendo quindi in modo che il marito erediti il 50% dell'azienda di famiglia, come gli spetterebbe.

Patrizia comincia a consultare Giuseppina "Pina" Auriemma, una sensitiva, come guida spirituale, e si scontra con Aldo riguardo alla vendita clandestina da parte dell'azienda di prodotti Gucci a basso costo sul mercato nero. La donna manipola Maurizio, che in realtà ha poco interesse per Gucci, e complotta contro il marito ed i suoi familiari allo scopo di assumere un ruolo più attivo all'interno dell'azienda ed ottenerne il controllo, acquisendo parte delle azioni di Aldo e Paolo, che detengono il restante 50%. Paolo acquisisce dei documenti che dimostrano che Aldo ha evaso le tasse negli Stati Uniti, in quanto Patrizia gli ha promesso che in cambio gli concederà di disegnare la propria linea di abiti e di farla commercializzare da Gucci. Aldo viene così arrestato dall'IRS e condannato a un anno di carcere. Patrizia e Maurizio, però, non tengono fede alla loro promessa: la polizia italiana, infatti, interrompe la sfilata di Paolo, che in realtà non è mai stato autorizzato all'uso del marchio Gucci.

Patrizia e Maurizio chiedono a Paolo di vendere loro le sue azioni, ma lui li respinge arrabbiato e si allontana dalla famiglia. La Guardia di Finanza italiana perquisisce la casa di Maurizio e tenta di arrestarlo per aver falsificato la firma di Rodolfo. I coniugi Gucci fuggono nella loro casa a St. Moritz, in Svizzera, dove Maurizio incontra la sua vecchia amica Paola Franchi. Dopo una discussione tra Maurizio e Patrizia, Maurizio dice di essere stanco dell'influenza della moglie su di lui e sull'azienda, chiedendo alla moglie e alla figlia di tornare in Italia e iniziando una relazione sentimentale con Paola. Patrizia tenta in lacrime una riconciliazione con Maurizio, ma lui la ignora categoricamente; successivamente chiede a Patrizia il divorzio tramite il suo assistente ed amico di vecchia data Domenico De Sole, cosa che manda Patrizia su tutte le furie.

Maurizio cerca assistenza dalla società di capitali Investcorp, attraverso la quale escogita un piano per acquisire le azioni della società di proprietà del cugino Paolo, caduto in povertà. Aldo viene rilasciato dal carcere e, messo di fronte al fatto compiuto, si rende subito conto che quanto fatto da Paolo avrà delle conseguenze anche per lui. Quando Investcorp si offre di comprare le quote di Aldo, lui rifiuta fino a quando Maurizio non si rivela essere l'ideatore dell'accordo. Sconsolato, Aldo vende le proprie azioni e si riconcilia con il figlio, tagliando anche lui i contatti con l'azienda. Maurizio recluta il designer emergente Tom Ford per rivitalizzare l'immagine dell'azienda attraverso una nuova linea di prodotti; le creazioni di Ford hanno successo, ma l'azienda si trova in serie difficoltà con le proprie finanze, che Maurizio non è in grado di gestire, al punto che i leader di Investcorp si sentono obbligati a cacciarlo, sostituendolo con Ford e De Sole.

Patrizia, non volendo proprio accettare di dover divorziare e perdere il controllo su Gucci, chiede a Pina di aiutarla a far uccidere l'ex marito. Pina la mette quindi in contatto con due sicari, Ivano Savioni e Benedetto Ceraulo, che pochi giorni dopo, il 27 marzo 1995, tendono un agguato a Maurizio all'ingresso dell'ufficio, con Ceraulo che gli spara uccidendolo.

La scena si sposta al 1997, due anni dopo l'omicidio, con il processo ai quattro incriminati. Il giudice interpella Patrizia chiamandola "signora Reggiani", ma lei, infastidita, risponde che desidera essere chiamata "signora Gucci".

Le didascalie di chiusura descrivono il destino dei personaggi rimanenti: Aldo muore di cancro alla prostata e Paolo muore in povertà poco dopo la vendita delle loro quote a Maurizio, mentre Patrizia, Pina, Savioni e Ceraulo vengono condannati a lunghe pene detentive dopo il loro arresto per omicidio. Gucci viene completamente acquisita da Investcorp, che continua tuttora a gestirla con successo; nessun membro della famiglia Gucci fa più parte dell'azienda.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Già nel giugno del 2006 Ridley Scott era stato scelto per dirigere un film sulla storia e sulla caduta della famiglia Gucci, con Andrea Berloff incaricata di scrivere la sceneggiatura,[1] nonostante la disapprovazione del progetto da parte dei Gucci stessi[2]; per Patrizia Reggiani e Maurizio Gucci si pensò ad Angelina Jolie e Leonardo DiCaprio come possibili interpreti.[3] Nel febbraio 2012 Scott lasciò il progetto per via della sovrapposizione di altri impegni lavorativi e sua figlia Jordan subentrò al suo posto, mentre Penélope Cruz fu in trattative per interpretare la Reggiani.[4] Nel novembre 2016 anche Jordan Scott lasciò il progetto, così Wong Kar-wai assunse la regia del film, con Charles Randolph incaricato di scrivere la sceneggiatura del film insieme a Berloff, e Margot Robbie fu presa in considerazione per il ruolo della Reggiani.[5] Nel novembre 2019 Ridley Scott venne nuovamente scelto per dirigere il film, con Roberto Bentivegna incaricato di scrivere la sceneggiatura, e Lady Gaga fu scelta per interpretare la Reggiani.[6] Secondo l'amministratore delegato di Gucci Marco Bizzarri, la casa di moda ha collaborato con la produzione e ha consentito alla troupe del film pieno accesso ai propri archivi per il guardaroba e gli oggetti di scena.[7]

Nell'aprile 2020 Metro-Goldwyn-Mayer acquisì i diritti del film.[8] Ad agosto Adam Driver, Jared Leto, Al Pacino, Robert De Niro, Jack Huston e Reeve Carney entrarono in trattative per unirsi al cast.[9] Driver, Leto, Pacino e De Niro furono confermati a ottobre.[10] Huston e Carney furono confermati a dicembre insieme a Jeremy Irons, chiamato a sostituire De Niro, costretto a rinunciare al film per via della sovrapposizione di altri impegni lavorativi.[11][12] Dariusz Wolski annunciò il suo coinvolgimento come direttore della fotografia nello stesso mese.[13] Camille Cottin si unì al cast nel gennaio 2021,[14] seguita da Mădălina Diana Ghenea, Mehdi Nebbou e Miloud Mourad Benamara, aggiuntisi al cast a marzo dello stesso anno[15] insieme a Salma Hayek, che è sposata con l'attuale capo di Gucci, François-Henri Pinault.[16]

Nell'agosto 2020 Deadline Hollywood riferì che le riprese sarebbero cominciate subito dopo che Scott avrebbe completato la produzione di The Last Duel.[8] Il 3 febbraio 2021, in un'intervista per Variety, Leto disse che il film era ancora in fase di pre-produzione e che le riprese avrebbero avuto inizio in Italia nelle settimane seguenti[17].

Le riprese principali sono iniziate a Roma il 25 febbraio 2021.[18][19] Diverse scene sono state girate all'inizio di marzo nelle città di Gressoney-Saint-Jean e Gressoney-La-Trinité, in particolare nelle Alpi italiane della Valle d'Aosta, che sono state utilizzate per ricreare il complesso turistico di St. Moritz nel confine svizzero.[20]. Sempre a Roma, nello scenografico Quartiere Coppedè sono state girate le scene dell'omicidio[21]. Altre riprese si sono svolte anche in altre località del Paese, come Firenze, il lago di Como (alla Villa del Balbiano) e Milano.[18] Alla fine di marzo tornarono a Roma per girare scene in Via Condotti[22]. Le riprese si sono concluse l'8 maggio 2021.[23] Il budget per la realizzazione del film è stato di 75 milioni di dollari.[24]

Promozione[modifica | modifica wikitesto]

Il 29 luglio 2021 sono stati pubblicati i character poster,[25] mentre il giorno successivo è uscito il trailer ufficiale sia in inglese[26] che in italiano.[27]

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato distribuito negli Stati Uniti d'America dal 24 novembre 2021 dalla United Artists, mentre in Italia il 16 dicembre da Eagle Pictures.[28]

Streaming[modifica | modifica wikitesto]

House of Gucci è stato reso disponibile il 1ºagosto 2022 su Prime Video in quanto, a seguito dell'acquisizione della Metro-Goldwyn-Mayer del 17 marzo 2022 da parte di Amazon.com, la casa di produzione è ufficialmente una sussidiaria di Amazon Studios.[29]

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Critica[modifica | modifica wikitesto]

Sull'aggregatore Rotten Tomatoes ha ricevuto recensioni generalmente positive con una percentuale del 63% su 355 critiche e un voto medio di 6.20/10.[30] Su Metacritic ha ricevuto un punteggio di 59/100 basato su 57 critiche.[31]

Incassi[modifica | modifica wikitesto]

Nel primo fine settimana di uscita negli Stati Uniti, House of Gucci ha incassato 21,8 milioni di dollari, posizionandosi al terzo posto del botteghino, dietro al film Disney Encanto e a Ghostbusters: Legacy.[32] In Italia ha esordito guadagnando l'equivalente di 1,715,449 di dollari. In totale, a livello mondiale, il film ha incassato circa 155 milioni di dollari.[33]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Andrea Berloff To Write ‘Gucci Family’ Biopic, su Movieweb, 21 giugno 2006. URL consultato il 30 luglio 2021.
  2. ^ (EN) Amy Odell, Gucci Family Doesn’t Want Ridley Scott’s Gucci Movie to Happen, su The Cut, 2 novembre 2009. URL consultato il 30 luglio 2021.
  3. ^ (EN) Lauren Milligan, Gucci Film Confirmed, su Vogue UK, 18 novembre 2009. URL consultato il 30 luglio 2021.
  4. ^ (EN) Allison Keene, Ridley Scott's Daughter Replaces Him as Director on GUCCI; Penelope Cruz Circles Lead, su Collider, 12 ottobre 2012. URL consultato il 30 luglio 2021.
  5. ^ (EN) Catherine Shoard, Wong Kar-Wai to return with Gucci murder movie, su The Guardian, 17 novembre 2016. URL consultato il 30 luglio 2021.
  6. ^ (EN) Mike Fleming Jr, Mike Fleming Jr, Lady Gaga, Ridley & Giannina Scott Team On Film About Assassination Of Gucci Grandson Maurizio; Gaga To Play Convicted Ex-Wife Patrizia Reggiani, su Deadline, 1º novembre 2019. URL consultato il 30 luglio 2021.
  7. ^ (EN) Luisa Zargani, Marco Bizzarri on Japan, New Ginza Store and ‘House of Gucci’ Film, su Women's Wear Daily, 15 marzo 2021. URL consultato il 30 luglio 2021.
  8. ^ a b (EN) Tatiana Siegel, Borys Kit, MGM Buys Ridley Scott’s ‘Gucci’ Film With Lady Gaga Set to Star (Exclusive), su The Hollywood Reporter, 8 aprile 2020. URL consultato il 30 luglio 2021.
  9. ^ (EN) Justin Kroll, MGM’s Ridley Scott-Lady Gaga Gucci Film Eyes Robert De Niro, Jared Leto, Al Pacino, Adam Driver, Jack Huston & Reeve Carney, su Deadline Hollywood, 20 agosto 2020. URL consultato il 30 luglio 2021.
  10. ^ (EN) Mike Fleming Jr, Ridley Scott Eyes Another Epic: Joaquin Phoenix As Napoleon In ‘Kitbag’ As Director Today Wraps ‘The Last Duel’, su Deadline Hollywood, 14 ottobre 2020. URL consultato il 30 luglio 2021.
  11. ^ (EN) Justin Kroll, Jeremy Irons Joins Lady Gaga In Ridley Scott And MGM’s ‘Gucci, su Deadline Hollywood, 7 dicembre 2020. URL consultato il 30 luglio 2021.
  12. ^ (EN) Borys Kit, Jeremy Irons Joins Lady Gaga in Ridley Scott’s ‘Gucci, su The Hollywood Reporter, 7 dicembre 2020. URL consultato il 30 luglio 2021.
  13. ^ (EN) Jazz Tangcay, ‘News of the World’ Cinematographer Says ‘Everyone Is in the Same Boat’ for Streaming Releases, su Variety, 24 dicembre 2020. URL consultato il 30 luglio 2021.
  14. ^ (FR) Rania Hoballah, "Gucci" : Camille Cottin rejoint le casting du film de Ridley Scott, su LCI, 13 gennaio 2021. URL consultato il 30 luglio 2021.
  15. ^ (EN) Stephanie Eckardt, Every Photo of Lady Gaga and Adam Driver All Loved Up, su W Magazine, 6 aprile 2021. URL consultato il 30 luglio 2021.
  16. ^ (EN) Justin Kroll, Salma Hayek To Play Pina Auriemma In Ridley Scott’s ‘House of Gucci’ For MGM, su Deadline Hollywood, 2 aprile 2021. URL consultato il 30 luglio 2021.
  17. ^ (EN) Antonio Germe, Jared Leto Talks Surprise Golden Globes Nomination, ‘Gucci’ and Zack Snyder, su Variety, 3 febbraio 2021. URL consultato il 30 luglio 2021.
  18. ^ a b (EN) Lady Gaga seeks Rome base while filming Gucci movie, su Wanted in Rome, 25 febbraio 2021. URL consultato il 30 luglio 2021.
  19. ^ (EN) Lady Gaga starts filming Gucci 'Black Widow' film in Rome - Lifestyle, su ANSA, 25 febbraio 2021. URL consultato il 30 luglio 2021.
  20. ^ Massimiliano Riccio, Concluse le riprese del film “House of Gucci” a Gressoney, il set si sposta a Milano, su Aostasera, 30 luglio 2021. URL consultato il 30 luglio 2021.
  21. ^ https://www.lastampa.it/topnews/tempi-moderni/2021/04/17/news/house-of-gucci-il-set-da-casa-genovese-1.40163051/
  22. ^ Via Condotti, al via il set di House of Gucci: ciak per Al Pacino e Lady Gaga, su Leggo, 23 marzo 2021. URL consultato il 30 luglio 2021.
  23. ^ (EN) House of Gucci Has Finished Filming, Lady Gaga Confirms, su Harper's Bazaar, 8 maggio 2021. URL consultato il 30 luglio 2021.
  24. ^ House of Gucci (2021) - Financial Information, su The Numbers. URL consultato il 15 agosto 2022.
  25. ^ Luca Ceccotti, House of Gucci, ecco i character poster del nuovo film di Ridley Scott: stasera il trailer, su Everyeye.it, 29 luglio 2021. URL consultato il 30 luglio 2021.
  26. ^ Filmato audio (EN) Eagle Pictures, House of Gucci - Trailer Italiano Ufficiale [HD], su YouTube, 30 luglio 2021. URL consultato il 30 luglio 2021.
  27. ^ Filmato audio (EN) MGM, HOUSE OF GUCCI | Official Trailer | MGM Studios, su YouTube, 30 luglio 2021. URL consultato il 30 luglio 2021.
  28. ^ «House of Gucci»: il trailer, la data di uscita e le incredibili trasformazioni dei protagonisti, su GQ Italia, 30 luglio 2021. URL consultato il 20 ottobre 2021.
  29. ^ (EN) MGM joins Prime Video and Amazon Studios, su aboutamazon.com.
  30. ^ (EN) House of Gucci, su Rotten Tomatoes, Fandango Media, LLC. URL consultato l'8 maggio 2022. Modifica su Wikidata
  31. ^ (EN) House of Gucci, su Metacritic, Red Ventures. URL consultato l'8 maggio 2022. Modifica su Wikidata
  32. ^ Encanto guida il box office USA del Ringraziamento con 40 milioni, buon esordio per House of Gucci, su Movieplayer.it. URL consultato il 12 dicembre 2021.
  33. ^ House of Gucci, su Box Office Mojo. URL consultato l'8 maggio 2022.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]